Il cambio gomme auto Estive – Invernali

Il cambio con pneumatici estivi (o viceversa con gomme invernali) è sempre un argomento di dibattito. È necessario? E se sì, solo per ragioni tecniche o anche burocratiche? Facciamo un po’ di chiarezza.

Sostituzione pneumatici estivi: è necessario?

Montare pneumatici invernali garantisce una maggiore aderenza, e quindi sicurezza con neve, ghiaccio o anche semplicemente temperature inferiori a 7°. Ma è altrettanto importante rimontare gomme estive alla fine della stagione fredda.

Col freddo infatti le gomme auto invernali (o pneumatici da neve) possono essere sostituite, a livello normativo, dalle catene da neve a bordo da installare in caso di necessità. Durante la stagione calda invece non esistono alternative al montaggio di pneumatici adeguati. Questo perché le gomme invernali sono sensibili alle alte temperature. Il che le rende meno performanti a causa di una mescola non adatta e quindi soggette anche a facile deterioramento del battistrada. In una parola: pericolose.

Detto questo ricordiamo che non si tratta solo di un consiglio ma un obbligo di legge che, nel caso venisse ignorato, comporterebbe delle salate sanzioni. Esiste una sola eccezione: le gomme 4 stagioni. Sono le uniche in grado di garantire una buona autonomia per tutto l’anno senza rischi per la sicurezza e senza andare contro il codice stradale.

Passaggio da gomme auto invernali ad estive:

Le circolari ministeriali che si susseguono da anni prevedono l’entrata in vigore dell’obbligo di sostituzione delle gomme a partire dal 15 aprile. Gli automobilisti hanno un mese di tempo a partire da tale data per ripristinare la dotazione standard del veicolo, quindi fino al termine del 15 maggio. Viceversa per il passaggio dalle gomme auto estive agli pneumatici invernali il limite è il 15 Novembre. (A partire dal 15 Ottobre).
Dopo tali scadenze chi non avrà provveduto alla sostituzione degli pneumatici invernali (o gomme di tipo M+S) – estivi, andrà incontro a sanzioni amministrative. Le multe ammontano dai circa 400 a circa 1.700 euro, con possibile ritiro della carta di circolazione e obbligo di ispezione presso la sede più vicina della Motorizzazione Civile.

Esiste un’eccezione per quanto riguarda l’obbligo di (re)installare le gomme estive. Avviene nel caso il codice di velocità – la velocità massima per la quale un pneumatico è omologato – sia uguale o superiore a quello indicato sul libretto di circolazione. Questo perché, le gomme invernali sono invece esentate dal rispetto di questo parametro imposto dalla casa costruttrice del veicolo.

In pratica, se la vostra auto deve montare pneumatici estivi di codice “V” (fino a 240km/h), potrete comunque montare pneumatici invernali di codice inferiore “T” o “H” (190 o 210km/h). Ma, nel caso decidiate di montare pneumatici invernali di codice “V” o superiore, potrete tenerli (con le suddette controindicazioni) anche d’estate.

Consigliamo comunque di procedere sempre tempestivamente alla sostituzione degli pneumatici in base alla stagione o, eventualmente, dotarsi di un set di gomme 4 stagioni valido per tutto l’anno.